Cioccolato benefici…Cioccolato fondente proprietà

Il cioccolato contiene flavonoidi, ovvero potenti antiossidanti che combattono i radicali liberi e possono ridurre la pressione sanguigna, migliorare la sensibilità all’insulina e potenziare la risposta immunitaria. Uno in particolare, l’epitechina, favorisce la produzione di ossido d’azoto.

Il burro di cacao è la parte grassa dei semi di cacao. Viene aggiunto al cioccolato per ottenere un prodotto più morbido e cremoso. Il burro di cacao è composto per il 70% da grassi saturi, ma si tratta principlamente di acido stearico, con pochi effetti negativi sul colesterolo.

Il cioccolato fondente nero (almeno 70% di cacao) contiene il doppio di antiossidanti e meno zucchero del cioccolato al latte. Tutti gli studi che provano gli effetti benefici del cacao sono stati condotti sul cioccolato fondente.

Non tutti sanno che soltanto quello fondente riesce a rilasciare nel corpo umano quelle sostanze che lo hanno reso famoso in tutto il mondo. Il motivo è molto semplice, il cioccolato bianco è quasi privo di tutte quelle sostanze che fra poco elencherò, mentre quello al latte è praticamente reso inefficace dal latte stesso che rende indisponibili i preziosi antiossidanti presenti nel cacao. Inoltre, il consiglio degli esperti, per il consumatore che vuole avvalersi dei benefici contenuti nel “cibo degli dei”, è quello di scegliere tavolette o cioccolatini di qualità e con un’alta percentuale di cacao, almeno il 70%, ed un’assunzione giornaliera di 30 grammi al dì.

Cioccolato benefici…Cioccolato fondente proprietà

 


Le proprietà antidepressive del cioccolato

Il beneficio più importante è quello sull’umore, il cioccolato fondente, è considerato l’antidepressivo non farmacologico per eccellenza. Grazie ad un mix di sostanze presenti nel cacao.

Il cioccolato fondente contiene:


- La serotonina è un neurotrasmettitore che svolge un’azione importante nella regolazione del sonno, dell’umore, della temperatura corporea nonché dell’appetito. Un deficit in termini d’apporto all’organismo può indurre ad uno stato depressivo o ad una significativa alterazione dell’equilibrio sonno-veglia che spesso sfocia in ansia e depressione.

- La feniletilamina riproduce quello stato di benessere che proviamo quando siamo innamorati, forse il miglior rimedio contro la depressione.

- Le metilxantine, (caffeina, teobromina e teofillina) possiedono proprietà stimolanti che sollevano l’umore e aumentano la capacità di concentrazione.

- L’anandamide provoca sul sistema nervoso gli stessi effetti della marijuana, cioè stimola le percezioni sensoriali e provoca una sensazione di benessere e felicità simili a quelle che si provano assumendo della cannabis. Ma senza il danno che provoca il fumo.

- Le endorfine in breve innalzano il livello dell’umore e diminuiscono quello del dolore, producono una generale sensazione di benessere e di felicità, stimolano il rilascio degli ormoni sessuali.

Le proprietà che influenzano il sesso

È noto, ed è stato provato scientificamente, che il cioccolato aumenta l’appetito sessuale perché aumenta la produzione di ferotomina e stimola il cervello a produrre endorfine. Se poi si consuma del cioccolato al peperoncino il vantaggio sarà doppio, questa sottospecie di peperone infatti aiuta la circolazione sanguigna e quella respiratoria migliorando la qualità del rapporto sessuale.

Cioccolato, pressione sanguigna e ipertensione

Il cioccolato è anche l’alleato migliore del cuore e dell’attività vascolare, grazie alla presenza di flavonoidi, in particolare il flavonoide epicatechina. I flavonoidi sono dei potenti antiossidanti che svolgono un ruolo fondamentale contro le malattie cardiovascolari, essi contrastano l’indurimento delle arterie e dei capillari, inoltre contribuiscono a contrastare le infiammazioni e la formazione di neoplasie.
Non si può non menzionare infine la benefica funzione che ha il cioccolato fondente sulla pressione sanguigna, grazie alla presenza massiccia di polifenoli, altra categoria di potenti antiossidanti, il cacao contrasta l’ipertensione, abbassando soprattutto i valori massimi, preservando l’uomo dalle malattie cardiovascolari.