benessere & salute

Abitudini di tanti appassionati di body building nelle discoteche…

Questo articolo è nato grazie alla mia curiosità, volevo capire come tanti ragazzi che praticano body building riescono ad avere addomi tirati nonostante il consumo di alcolici.

Spero che la comunità scentifica e medica non me ne voglia :)

Non voglio assolutamente spingere la gente a consumare alcolici anzi sarebbero da evitare! Ognuno è libero di fare ciò che vuole e non voglio assolutamente fare il moralista, bevo anch’io!

Quanti di voi hanno notato il giorno dopo aver bevuto magari due cocktail, come può essere il negroni, un effetto diuretico con una conseguente diminuzione della ritenzione idrica cutanea?

Effetti dell'alcool per i muscoli

Bere alcolici non giova alla salute e neanche alla salute dei tuoi muscoli e dei tuoi ormoni

L’alcool disidrata e il corpo richiama acqua per eliminare la sostanza.

Di base c’è un all’allenamento settimanale molto pesante, un alimentazione che in questi soggetti è principalmente proteica con una sorta di ricarica glicemica diciamo nella serata con i super alcolici.

Pazzesco vero? Eppure funziona…

Chi riesce a divertirsi veramente, chi riesce a dosare il giusto quantitativo di alcolici in una sera gestendoli riesce ad esprimere tantissima energia ballando liberando neurormoni come l’adrenalina.

La musica gioca un ruolo molto importante…

Nei soggetti predisposti, parliamo sempre di genetica alla fine, si ha un aumento della frequenza cardiaca, un aumento del flusso sanguigno ai muscoli (e lo si percepisce guardando come si dilatano le vene per esempio sulle braccia), e ci si trova in uno stato di estasi. (Io non sono un medico, queste sensazioni le ho provate realmente e le provo ogni volta)

L’errore più grande che può fare una persona e quello di bere fino a stare male, usando anche droghe e trascurando l’alimentazione, trascurando le proteine e mangiando cibi spazzatura e magari mangiare 2/3 panini post-discoteca. Così facendo si ingrassa soltanto…se avete fame mangiate carne magra senza pane!

Non sono a favore del consumo di alcolici, infatti questi sono causa di molti incidenti e fatali, basterebbe solo capire la quantità giusta per non stare male, sapersi divertire rimanendo lucidi, bere molta acqua e aspettare prima di mettersi alla guida.

Consultandomi ho scoperto che una determinata quantità di alcolici equivalente ad 1 o 2 drink inibisce determinati blocchi che possono portare la persona a bloccarsi e inibiscono quella che è la memoria a lungo termine, eliminando determinate sofferenze e liberando energia positiva. Se si esagera aumentando la dose e quindi 4 e più super alcolici il risultato e catastrofico!

L’alcol se è in eccesso diventa letale aumentando la massa grassa soprattutto viscerale e diminuisce la massa muscolare, in più il vostro organismo soffrirà lottando con tutte le sue forze per eliminare l’acido.

Ma ora vediamo come alcuni ragazzi riescono ad avere corpi tonici e addomi tirati…

Ci sono numerosi studi sul consumo di etanolo e mi ha stupito questa cosa.. in caso di dieta ipocalorica la sostituzione della calorie mancanti attraverso il consumo (basso, parliamo di 1 / 2 coktail) migliora e velocizza la perdita di grasso, questo solo quando l’alcool deve essere smaltito e quindi nelle ore successive, quando bevi e balli non stai usando i grassi ma bensi glicogeno e muscoli è utile farlo perché il muoversi permette di bruciare le calorie donate dall’etanolo e sono molte!!!

L’alcool e quindi l’etanolo è il peggior nutriente che potresti utilizzare. Gli zuccheri  contenuti nell’alcool vengono utilizzati per produrre acidi grassi che vengono immagazzinati come grasso nel fegato e quindi grasso viscerale ed è la cosa peggiore che una persona può fare per rovinarsi la salute. L’alcool ti mangia e non và d’accordo con l’attività fisica ecco la verità! Chi ha corpi tonici e semplicemente aiutato dalla genetica, ma attenzione al grasso viscerale e al nostro fegato.

Purtroppo l’alcool ha un effetto negativo sul sistema ormonale, testosterone e ormone della crescita GH sono fortemente influenzati dall’alcool, perciò questi soggetti potranno solo rimanere asciutti ma non metteranno massa muscolare a meno che mettete in pratica l’alimentazione pubblicata nel mio precedente articolo ma è difficile e potrebbe farvi star male e comunque non sono un medico per dirvi certe cose.…vedete voi

Ripeto che non sono un medico sono un atleta come te e mi piace discutere e trattare argomenti importanti che possono aprirti la porta vedendo in maniera diversa determinate abitudini e il mondo che ti circonda. Capire le reazioni del nostro organismo a determinati stimoli e stress è un qualcosa di affascinante per me.

Muscoli e alcool perchè no?

{ 0 commenti }

Albume d’uovo body building e non solo

La domanda più diffusa è …ma l’uovo non fa male al fegato?

Consumare uova non fà male al fegato

L'uovo è la proteina di riferimento per il contenuto altissimo di aminoacidi e non fà male al fegato

Sono tante le dicerie e i pregiudizi che hanno avuto e che stanno avendo ripercussioni negative sul consumo delle uova.

Il tuorlo (il rosso per intenderci) ha pregi e non difetti, stimola la cistifelia che si contrae e si libera della bile (sostanza di scarto del lavoro metabolico del fegato) permettendo all’intestino di migliorare la digestione dei grassi.

L’uovo contiene fosfatidilcolina, una sostanza molto nota nel mondo dei cosmetici ed è in grado di rallentare l’assorbimento del colesterolo nel sangue e la lecitina è in grado di modulare l’assorbimento dei grassi da parte dell’organismo.

 

Nel tuorlo si trovano tutte le sostanze nutritive dell’uovo, l’albume (il bianco) è il nutrimento per il tuorlo, nel complesso l’uovo è considerato uno standar ottimale di riferimento per il contenuto di aminoacidi ricchissimo.

In poche parole, consumate uova in tranquillità senza paura.

Mi è capitato di sentire persone che dopo l’assunzione di uova intere hanno subito un aumento del colesterolo, questo può succedere quando c’è un bassissimo o inesistente consumo di verdure e un grosso consumo di cereali.

Un’alimentazione come quella che faccio io, carne, pesce, uova, frutta e verdura (senza cereali) a sazietà non può portare ad un aumento del colesterolo tanto meno di quello cattivo LDL (lipo proteine a bassa densità) LEGGI L’ARTICOLO SUL COLESTEROLO

Albume d’uovo body building e non solo, l’uovo fà male al fegato?

{ 7 commenti }

Come faccio a dimagrire? Mangia per dimagrire ecco la risposta!

Magari non è il tuo caso ma con questo articolo voglio aiutare tutte quelle persone che hanno problemi con il cibo, che lo cercano senza avere fame, che si consolano o si calmano dopo un’arrabbiatura mangiando o chi nello stress mangia senza considerare la quantità e la qualità.

Riesci a distinguere la fame fisiologica da quella emotiva o da altre poco razionali?

Questo è il primo passo per una rieducazione alimentare.

Devi sapere che chi ti dice di avere fame è il nostro ipotalamo e chi ti dice quando sei sazio? Sempre lui.

Ascoltalo, lui cercherà sempre con la sua vocina di farsi sentire perché solo lui sa che cosa ha bisogno l’organismo e solo lui sa le quantità che necessitano.

Dopo questo prova, ogni volta che mangi, a scrivere quale sia lo stato emotivo o la condizione che determina l’assunzione di cibo. Questo è molto utile per capire dove sbagli e cosa puoi fare per mettere in equilibrio la tua dieta alimentare cominciando a pensare alla tua salute.

Cibo e salute sono la stessa cosa informiamoci!!!

Ascoltare il proprio corpo e mangiare secondo sazietà carne e verdura per dimagrire

Devi sapere che non esiste il giusto e sbagliato ma esiste la cronicità degli eventi ovvero quante volte nella tua vita mangi cibi che ti portano ad un aumento del grasso e quanti cibi che invece ti nutrono soddisfando le reali necessità del tuo organismo.

NON voglio mettermi contro medici e nutrizionisti che la pensano in maniera opposta a quella che ti sto dicendo ma con questo voglio solo farti conoscere la mia opinione in base a fatti e studi che vengono realmente fatti e che ad oggi sono solo favole a cui gente come me crede.

Cibo e salute sono la stessa identica cosa, gli onnivori non esistono ma esiste un alimentazione biologica a base di alimenti presenti in natura e che si possono consumare senza lavorazioni industriali e processi che richiedono una trasformazione come per esempio i cereali in pasta, pane e pizza.

Quello che richiede il tuo organismo sono sicuramenti glucidi per il funzionamento del cercello e quindi zuccheri forniti da frutta e verdura insieme a micronutrienti preziosi quali vitamine e minerali. Proteine e quindi carne, pesce, uova per il mantenimento della massa muscolare e per mantenere sani ed elastici i tuoi tessuti.

Mangiare a sazietà ti assicuro che sono di un’importanza a dir poco fondamentale e ti portano sempre al raggiungimento del peso desiderato.

Se non ti senti sazio significa che quello che stai mangiando è scarso di valori nutrizionali e il tuo corpo non lo vuole cibi di scarsa qualità!

Non dimenticare l’acqua, prezioso elemento che dona vita e benessere. Leggi l’articolo sullo stress

Se desideri maggior informazioni sul mangiare a sazietà quando il corpo lo richiede e solo carne, pesce, frutta e verdura per dimagrire scrivimi

{ 14 commenti }

NON MANGIARE, SALTARE UN PASTO, FAME COMPULSIVA AUMENTA LO STRESS E AUMENTA L’ACCUMULO DI GRASSO

Mi capita molto spesso parlando con i miei clienti (quando mi faccio raccontare la loro giornata e quello che ovviamente mangiano) di sentire che tanti sono soliti a trascurare la colazione o un pasto della giornata, vuoi per abitudine (per stomaco chiuso al mattino per esempio) vuoi per questione pratiche di tempo (lavoro, famiglia ect)

Voi sapete che saltare un pasto non fa bene, sapete che mangiare frutta e verdura fa bene, sapete che bisogna bere almeno 2 litri d’acqua al giorno, sapete che fare attività fisica fa altrettanto bene per rimanere giovani e in forma….ma perché non lo fate? Magari i lettori di questa mia pagina non hanno questi problemi ma vi posso assicurare che la  maggiorparte della gente che sento fà l’opposto ovvero quello che non bisogna fare.

Quando si salta un pasto, molto spesso si pensa di fare una cosa buona e utile per mantenere il peso o per dimagrire, in realtà si va in ipoglicemia e se ne accorge il surrene che rilascia il cortisolo (ormone dello stress).  Sapete dove prende l’energia il cortisolo?

Il cortisolo ha come compito quello di, in caso di ipoglicemia, garantire le energie necessarie per il funzionamento del cercello.

Saltare un pasto vi rende nervosi e meno produttivi e ingrassate

Saltare un pasto, mangiare male vi rende meno produttivi e nervosi perchè aumenta lo stress, diventate grassi e invecchiate più velocemente.

Per ripristinare velocemente i livelli di energia necessari al suo funzionamento, l’ormone cortisolo demolisce la massa muscolare facendovi perdere tonicità, forza. Diventiamo più stressati di quello che già potremmo essere e mangiamo ciò che capita (fame compulsiva).

Quando si è in giro la prima cosa che si può trovare in un bar sono cibi ricchi di grassi e zuccheri perciò tutti cibi che alzano molto rapidamente la glicemia nel sangue e aimè se ne accorge un altro ormone “l’insulina” che a sua volta ha il compito di abbassare gli zuccheri nel sangue, raccoglie lo zucchero e lo porta alle cellule muscolari che se ne hanno bisogno lo utilizzano (nel caso di uno sportivo) ma se non ne hanno bisogno (nel caso di un sedentario, pigro) viene trasformato in grasso.

Il brutto è che mangiando cibi “spazzatura pieni di zuccheri si alza rapidamente la glicemia e abbiamo detto che se ne accorge l’ormone  INSULINA,  il quale porterà via tutto il glicogeno rientrando in una situazione di ipoglicemia e chi se ne accorge? Ormai l’avete capito…

Altro stress che si accumula per azione del cortisolo e altro grasso per azione dell’insulina. Pensate che tutto questo potete evitarlo mangiando in maniera sana e non saltando i pasti.

Se proprio non riuscite a mangiare possono essere molto utili gli aminoacidi essenziali che essendo materiale plastico importantissimo per tutti i tessuti del nostro corpo vi permetteranno di salvare la vostra massa muscolare. E’ utile anche assumere dei glucidi quindi in poche parole quando avete fame e non riuscite a prepararvi nulla o peggio ancora non riuscite a reperire nulla di sano, fermatevi 2 minuti e mangiatevi 1 frutto e 10grammi di aminoacidi essenziali (avete ridotto in questo modo del 95%) gli accumuli di stress e di grasso.

Ogni volta che salti un pasto ricorda che stai INVECCHIANDO le cellule non riescono a riprodursi con la stessa rapidità e facilità con cui invecchiano.

Non saltate la colazione, lo spuntino di metà mattina, il pranzo, la merenda e la cena ma ricordate di assumere in tutti i pasti gli aminoacidi ramificati BCAA oppure gli aminoacidi essenziali. In questo modo non perderete massa muscolare, per incrementarla ovviamente dovete fornire la carne e io ormai consiglio per esperienza di mangiarla a sazietà perché se ne accorge un altro ormone…. Ma ne parlerò nel prossimo articolo che si chiamerà “cosa succede quando mangiamo tanta carne”

NON MANGIARE, SALTARE UN PASTO, FAME COMPULSIVA AUMENTA LO STRESS E AUMENTA L’ACCUMULO DI GRASSO, DIVENTATE MENO PRODUTTIVI PIU’ NERVOSI, LITIGATE PIU’ FACILMENTE E INVECCHIATE RAPIDAMENTE

{ 7 commenti }

Un bravo trainer dovrebbe conoscere molto bene questo argomento in quanto se non si rispettano queste semplici regole, non solo la donna non riuscirà ad ottenere i risultati sperati ma rischia anche di compromettere la sua performance nel caso di un atleta professionista.

Ciclo ormonale femminile da rispettare per il dimagrimento e il tono muscolare

Rispettare il ciclo ormonale per ottenere nella donna risultati concreti. Un bravo trainer dovrebbe conoscere molto bene questo argomento in quanto se non si rispettano queste semplici regole, non solo la donna non riuscirà ad ottenere i risultati sperati ma rischia anche di compromettere la sua performance nel caso di un atleta professionista.

Un ciclo regolare ha la durata di 28 giorni i quali possono essere suddivisi in questo modo:

- dal 1 al 5 giorno: la cosiddetta FASE FOLLICOLARE durante la quali si hanno le mestruazioni
- dal 6 al 13 giorno: FASE FOLLICOLARE “PRE -OVULARE”
- il 14 giorno : FASE DELL’OVULAZIONE
- dal 15 al 21 giorno: FASE LUTEALE , POST OVULAZIONE
- dal 22 al 28 giorno: FASE LUTEALE , PRE MESTRUALE

Nella prima fase, dal 1° al 5° giorno può essere pericoloso adottare un programma d’allenamento intenso perché aumenta il rischio di infortuni e si ha una percezione molto elevata dello sforzo. Uomini !!! ci accorgiamo infatti che non sono decisamente al top della loro forma e del loro umore…meglio lasciarle in pace J

Durante questo periodo è opportuno limitare molto l’allenamento sia in termini di volume che di intensità. Si può fare un allenamento dedicato alla ginnastica posturale, forme di allenamento non intense o miglioramento della tecnica di alcuni esercizi.

Dal 6° al 21° giorno è sicuramente il periodo migliore per applicare un allenamento intenso. Sia il volume che l’intensità possono essere portati al massimo, si può effettuare in questo periodo un programma intenso, il loro umore è regolare senza sbalzi J ed è il momento giusto per fargliela pagare J

Dal 22° al 28° giorno ritorniamo ad avere una fase critica, simile ai primi 5 giorni con un rischio maggiore d’infortunio. Durante questi giorni però riscontriamo un aspetto positivo; si riesce ad ottenere una migliore mobilizzazione dei grassi (grazie all’ormone LH) come fonte energetica per cui può essere utile in questo momento programmare un allenamento volto a consumare maggiori quantità di grassi. Può andar bene anche una fase di lavoro aerobico a media intensità e di durata media.

Sulla base di quello che ho appena detto voglio darvi un consiglio per un protocollo tutto al femminile…

Ecco il vostro promemoria per applicare da subito questi accorgimenti “ormonali” importantissimi per ottenere in meno tempo un corpo tonico

Nella PRIMA SETTIMANA (quella delle mestruazioni) : ripetizioni più alte e carichi bassi.
Nella SECONDA E TERZA SETTIMANA: Potete svolgere allenamenti intensi e più volume. In genere io utilizzo tecniche di alta intensità come (rest-pause, stripping, cedimento, negative, isometriche ecc…).
Nella QUARTA SETTIMANA : 2-3 sedute di allenamento cardiovascolare di 20/30 minuti a media/bassa intensità

Per ora è tutto, spero questo articolo vi sia stato di grande aiuto per iniziare a lavorare più seriamente e con uno schema preciso. Ho parlato in maniera blanda delle fasi ormonali ma se avete delle domande non esitate a farle, anzi mi è utile per la creazione di un futuro articolo.
Per la donna che vuole risultati concreti ecco gli accorgimenti “ormonali” importantissimi per ottenere in meno tempo un corpo tonico che un buon trainer deve sapere

{ 5 commenti }

La corsa è un allenamento sicuramente più faticoso che puoi fare per svariati motivi, ma è anche lo sport aerobico che ti può dare le più forti soddisfazioni e che ti fa sentire veramente bene con te stessa.

Per correre bene per una mezzoretta senza avere la sensazione di avere un infarto, ci vuole un’ottima resistenza che si costruisce passo passo.


Allenarsi bene in palestra : Allenati a ritmo lento e costante, che permettono al tuo cuore e ai polmoni di abituarsi allo sforzo. Se puoi, almeno inizialmente cerca di correre in palestra con l’aiuto di un tapis roulant, vedrai sarà meno stressante sia per la schiena e sia per tutto il fisico in generale.

Allenarsi con il cardio frequenzimetro: E’ essenziale monitorare il nostro cuore, il nostro motore deve lavorare a bassa intensità se volete perdere grasso corporeo, correre bene significa faticare ad un livello sopportabile e cerca di mantenerlo il più a lungo possibile e non mollare. Non gettare la spugna perché se ti fermi in quell’istante, butti via tutto il lavoro che hai fatto per arrivare fino a lì. Correre bene per perdere grasso corporeo

Il consumo calorico nella corsa:
Camminata alternata a corsa 410 kcal all’ora
Correre 8 km/h brucia 550 kcal all’ora
Correre 10 km/h brucia 685 kcal all’ora
Correre 14 km/h brucia 960 kcal all’ora

Correre bene per perdere grasso corporeo

{ 6 commenti }

“I nuovi pensieri e le nuove verità passano attraverso tre fasi: Dapprima vengono ridicolizzati, poi fortemente contrastati e infine presi per scontati” Arthur Schopenhauer – Wikipedia

L’allenamento con i pesi è una disciplina che consente di arrivare ad una condizione fisica incredibile come per esempio oggi “silvester Stallone”

La vera medicina esisteva già nel 400 a.c. e Ippocrate diceva…

“Se fossimo in grado di fornire a ciascuno la giusta dose di nutrimento e di esercizio né in eccesso né in difetto, avremmo trovato la strada della salute” …..(Ippocrate 460-377 a.c.) Ippocrate – Wikipedia

“Coloro che utilizzano la pratica senza la scienza, sono come timonieri che guidano una barca senza utilizzare bussola e compasso, e non hanno mai la certezza di dove stanno andando”…(Leonardo Da Vinci 1452-1514) Leonardo da Vinci – Wikipedia

L’allenamento con i pesi aiuta a prevenire

-       Osteoporosi

-       Sindrome metabolica

-       Artrosi

-       Sarcopenia (leggi sotto)

L’allenamento con i pesi ha influenze positive nel ridurre il rischio cardiovascolare, nella prevenzione del cancro, nel ridurre la pressione arteriosa e nel controllo del peso corporeo.

Correlazioni positive sono state riscontrate anche con il miglioramento dell’uomore.

La sarcopenia è una sindrome che può esordire già in età di 40-50 anni, colpisce il 30% degli ultra sessantenni e il 50% degli over 80.

A 50anni c’è già un deficit del 10% della forza che a 70anni supera il 30%

La maggiorparte delle persone sopra i 70 anni non sono capaci di sollevare un peso di 5kg sopra la testa.


La forza muscolare è un predettore di longevità, più una persona è forte più ha la possibilità di vivere più a lungo

CONSEGUENZE DELLA SARCOPENIA:
diminuzione della forza, potenza e resistenza muscolare
diminuzione della massa ossea
diminuzione dell’equilibrio
diminuzione contenuto di acqua nell’organismo
diminuzione del metabolismo basale
alterazione della termoregolazione (intolleranza e ridotta risposta al freddo) IMPLICAZIONI CLINICHE
aumento osteoporosi
aumento rischio di cadute e fratture
aumento tessuto adiposo (grasso)
aumento rischio cardio-vascolare

PREVENZIONE DELLA SARCOPENIA CON L’ALLENAMENTO CON I PESI
La sarcopenia è un fenomeno in parte inevitabile con l’avanzare dell’età ma è in parte rallentabile dall’allenamento con i pesi. Una costante attività fisica è in grado di limitare fortemente il processo sarcopenico. Anche se la perdita di massa muscolare  è progressiva e non è arrestabile, l’attività fisica resta comunque il più efficiente intervento di prevenzione e cura sia nei maschi che nelle femmine anziani.
La sarcopenia non è solo questione di massa, ma anche di forza muscolare. Studi hanno dimostrato un netto guadagno di forza muscolare nei soggetti che abbinavano una supplementazione alimentare ad un’attività con i pesi almeno 3 volte la settimana.

PREVENZIONE DELLA SARCOPENIA INDOTTA DALLA DIETA
Durante la fase del dimagrimento si assiste inevitabilmente anche ad una certa perdita dimassa magra oltre a quella grassa. Nel giovane e nell’adulto questo effetto negativo è ricompensato dagli effetti positivi di un’attività fisica regolare. Nell’anziano, invece, il recupero di massa muscolare non è scontato, sia a causa del minor impegno fisico, sia per la diminuita efficienza anabolica dovuta all’età.
Occorre quindi prestare molta attenzione a sottoporre un ultra 70enne a dieta ipocalorica anche se obeso. Vanno attentamente valutati pro e contro, in particolar modo la presenza di comorbilità associate all’obesità. In assenza di indici di rischio clinici o metabolici è forse più opportuno mirare verso altri aspetti di outcome di salute come la qualità  più che la quantità dell’alimentazione e naturalmente sull’attività fisica.
Uno dei maggiori inconvenienti delle diete ipocaloriche è infatti la perdita di massa magra, cosa tanto più grave quanto più anziana è la persona e quindi già potenzialmente sarcopenica.

L’attività fisica durante il periodo del calo di peso è un’importante pratica per contenere questa perdita.
Un recente studio ha tuttavia mostrato che programma dietetico consistente in un moderato deficit calorico con apporto di proteine di elevata qualità a dosaggio (1 g per kg di peso corporeo al giorno) leggermente superiore a quello attualmente raccomandato associato ad esercizio fisico con i pesi almeno tre volte alla settimana di esercizi anaerobici associati ad esercizi di resistenza, flessibilità ed equilibrio consente una soddisfacente perdita di peso senza che si verifichino conseguenze negative sulla performance fisica globale, che anzi viene migliorata.

Nel caso di un anziano obeso è quindi opportuno affidarsi alle cure di Centri altamente specializzati che possono sia valutare l’opportunità o meno di intraprendere un percorso di terapia ma anche offrire un approccio combinato – sia dietetico che motorio – mirato per le persone anziane.
Nota: i consigli dietetici forniti sono puramente indicativi e possono richiedere adattamenti da parte del Medico sulla base della situazione clinica individuale

L’allenamento con i pesi ha influenze positive nel ridurre il rischio cardiovascolare, nella prevenzione del cancro, nel ridurre la pressione arteriosa e nel controllo del peso corporeo.

 

{ 0 commenti }

La vitamina C è sicuramente la vitamina più conosciuta

Deve la sua scoperta al fatto che i marinari quando attraversavano gli oceani dovevano consumare alimenti conservati e si ammalavano di scorbuto. Non potendo consumare frutta e verdura che erano proprio particolarmente ricchi di quella sostanza “vitamina C” che era in grado di prevenire quella malattia.

La vitamina C (per visualizzare altri contenuti sulla vitamina C in wikipedia) fu’ utilizzata in varie maniere e si scopri soprattutto essere particolarmente efficace per proteggere i capillari e quindi il sistema vascolare.

La vitamina C ha tantissime altre funzioni per esempio quella più conosciuta e che possa prevenire le malattie da raffreddamento anche se non è dimostrato scientificamente. E’ dimostrato scientificamente che la vitamina C accorcia i tempi di guarigione da un raffreddore, se normalmente il corpo impiega 5 giorni per guarire con l’assunzione della vitamina C ci vogliono 3 giorni.

La vitamina C è un potentissimo antiossidante e quindi aiuta a contrastare i danni prodotti dai radicali liberi, particolarmente indicata per gli sportivi.

Si è visto che l’assunzione di vitamina C insieme ad altre sostanze come acetyl carnitina vitamina E, anch’essi anti ossidanti, sono in grado, per esempio, di ridurre i dolori muscolari ritardati che si hanno dopo allenamenti particolarmente intensi.

La vitamina C (clicca qui per acquistarla al prezzo più conveniente) inoltre ha un effetto positivo nel controllo dello stress per esempio si è visto che l’assunzione di 1gr di vitamina C prima dell’allenamento riduce la produzione del cortisolo.

Sappiamo che il cortisolo (leggi l’articolo) appunto l’ormone dello stress è da considerarsi un ormone negativo per lo sportivo se raggiunge livelli elevati per il suo effetto catabolico.

Quindi la vitamina C è indispensabile per tutti soprattutto per gli sportivi.

Bisogna valutare però i valori di ferritina (clicca per saperne di più) nel sangue perché se è alta allora l’assunzione di vitamina C deve essere moderata ed effettuata sotto controllo medico perché potrebbe ossidare il ferro con effetto negativo a livello delle pareti dei vasi arteriosi.

{ 1 commento }

Glutammina & Glutammina sottoforma di Glutammina Peptidica

La glutammina è un aminoacido non essenziale ma diventa tale in determinate situazioni, per esempio, in caso di particolare stress come può essere un intervento chirurgico o dopo allenamenti intensi.

E’ ormai dimostrato che si allena intensamente e frequentemente tende ad avere una carenza di glutammina.

Cosa comporta la carenza di glutammina?

La glutammina rappresenta il nutriente preferenziale dei leucociti (che sono le cellule del sistema immunitario) e quindi il nostro sistema immunitario funzionerà male.

Ecco perché gli atleti super allenati si ammalano più facilmente.

In atleti che si allenano frequentemente, l’assunzione di glutammina è fondamentale per mantenere le difese immunitarie.

La glutammina è importantissima anche per il muscolo, perché è uno degli aminoacidi maggiormente rappresentato nel citoplasma, cioè non tanto all’interno della fibra muscolare ma nella parte acquosa della cellula.

La presenza di una buona quantità di glutammina contribuisce a mantenere una corretta idratazione della cellula muscolare che impedisce o rallenta il catabolismo.

Quindi la glutammina in questo caso a un effetto anticatabolico

Inoltre la glutammina come integrazione ha anche l’effetto di mantenere stabile la glicemia, perché è un aminoacido glicogenetico cioè si trasforma velocemente in glucosio con il vantaggio di mantenere una glicemia stabile senza stimolare l’insulina ed è ormai noto quanto questo ormone, l’insulina appunto, possa aumentare le quantità di grasso.

Il problema è la modalità di assunzione di glutammina, perchè le cellule della mucosa intestinale sono particolarmente ghiotte di questo aminoacido “glutammina” la utilizzano proprio come nutriente preferenziale.

Se noi sciogliamo la glutammina cosi com’è in un bicchiere corriamo il rischio che questa non raggiunga il torrente ematico cioè venga consumata direttamente dal nostro apparato gastro-intestinale.

 

Clicca per acquistare il prodotto consigliato

Clicca per acquistare il prodotto consigliato

Possiamo ovviare a questo problema utilizzando la glutammina sotto forma di glutammina peptidica, questa passa la mucosa intestinale entra nel sistema sanguinio permettendo alla glutammina di esercitare quegli effetti detti precedentemente.

Glutammina & Glutammina sottoforma di Glutammina Peptidica

{ 4 commenti }

Gli ormoni soprattutto quelli sessuali ma anche altri ormoni predispongono l’accumulo di grasso in determinate aeree corporee piuttosto che in altre.

L’obesità androide o maschile è prevalentemente a carico del distretto superiore del corpo nuca, collo, viso, spalle, torace e addome superiore. Più frequentemente si associa ad un aumentato rischio di diabete insulino-indipendente aterosclerosi ed iperuricemia.


 

L’obesità ginoide, più tipica delle donne è predominante nella metà inferiore del corpo (fianchi, natiche, cosce e addome inferiore) Comporta problemi di tipo meccanico circolatorio e psicologico-estetico, non sembra invece associarsi a complicanze metaboliche.

Esistono donne che hanno tendenza ad accumulare grasso in maniera androide e a differenza uomini che accumulano grasso in maniera ginoide e questo dovuto ad uno squilibrio delle attività ormonali soprattutto andro-estrogeniche.

Esistono indicatori dell’attività estrogenica come la percentuale del testosterone libero plasmatico oppure la valutazione della SHBG molto sensibile alle variazioni tra testosterone estrogeni.

Negli obesi l’attività estrogenica è correlata al volume degli adipociti nella regione addominale e non invece nella regione della coscia.

Un aumento dell’attività androgenica, nelle donne, provoca una ridistribuzione del grasso corporeo con una espansione degli adipociti addominali ed un decremento della SHBG (sexual hormon building protein) che favorisce il testosterone libero.

In clinica per valutare i due tipi di obesita si usa il rapporto W/H (vita/fianchi), misurando la vita all’altezza dell’ombelico e i fianchi nel punto di maggior circonferenza

Se il rapporto è maggiore di 0,80 nella donna e di 0,90 nell’uomo l’obesità è considerata androide, viceversa ginoide.

 

{ 0 commenti }