aminoacidi

Quante volte ti sei chiesto…ma cosa posso fare per mettere massa muscolare velocemente?

Aminoacidi Ramificati, Creatina, Glutammina, Arginina, Caffeina, Multivitaminico e multiminerale…ma cosa devo prendere ??

Ognuno dice la sua e io sono sempre più confuso.

:D è già!!! Ti riconosci?

Lo sai che volontariamente ti ho presentato i magnifici 7 ;)

Gli integratori alimentari più importanti per lo sport, la palestra, il body bulding ma anche tutti gli altri sport come Calcio, Nuoto, Ciclismo…

In questo articolo ti spiegherò l’importanza della creatina, perché e a cosa serve, le sue dosi e ovviamente ti consiglierò le migliori!

Perché la creatina? Perché sempre più gente e magari anche tu sono sempre più contaminati dall’immagine collettiva che gli è stata attribuita?

La creatina non è doping!!! Non è vero che gonfia i muscoli e poi li perdi! Non è vero che fa male alla salute e non è vero che la creatina crea assuefazione o che ha crea effetti collaterali.

La creatina è la base della vita (leggi questo mio articolo)

Che cos’è la creatina ? (clicca qui)

Ecco dei preziosi consigli per combinare la creatina al fine di ottenere un effetto sinergico (clicca qui)

Con questo articolo voglio illustrarti molti argomenti e farti leggere degli articoli che ancora non avrai letto come questo (clicca qui)

Ti sto presentando tutti i miei vari articoli sulla creatina, ma hai letto e scaricato il mio Ebook sull’alimentazione? Lo sapevo!!! Ecco il link sei ancora in tempo ;) (clicca qui)

Scheda di allenamento per palestra e body building natural

Allenamento per aumentare la massa muscolare, la mia scheda che ti consiglio di fare in palestra se fai body building natural come me

 

La creatina non crea effetti collaterali, non presenta alcun problema ed è una bomba pronta a darti forza e massa muscolare!!!

La Creatina è un composto naturale presente nell’organismo che svolge un ruolo fondamentale nel processo contrattile dei muscoli; essa infatti trasforma l’energia chimica di origine alimentare prodotta all’interno dei mitocondri in energia meccanica, cioè in movimento. Ogni giorno il nostro organismo ha bisogno di due grammi di Creatina, per avere a disposizione i quali dovremmo mangiare ogni giorno trecento grammi di carne rossa (cruda).

Ma la Creatina non proviene solamente dall’alimentazione. Il fegato ne produce una certa quantità a partire da tre aminoacidi: l’arginina, la glicina e la metionina. Una volta nell’organismo, la Creatina viene trasportata dal sangue ai muscoli, all’interno dei quali si concentra.

Circa il 95% della sostanza infatti, è presente all’interno della cellula muscolare; ogni kg. di muscolo ne contiene dai 3 ai 4,5 grammi. Se il contenuto di Creatina nell’alimentazione è carente, la creatina prodotta a livello endogeno non è sempre sufficiente a coprire il fabbisogno, in particolar modo quando si svolge un’attività fisica intensa. Ci sono numerosi studi eseguiti nel settore della medicina sportiva che hanno messo in evidenza i benefici che si ricavano da una supplementazione esogena di Creatina.

Ma quale scegliere?

Purtroppo la creatina assunta come integratore è molto delicata e a contatto con l’ambiente acido dello stomaco si degrada.

Ecco perché le migliori aziende d’integratori hanno pensato di eliminare questo problema con queste migliori tecnologie che ti voglio elencare…

Non tutte le capsule sono uguali e ti invito a cliccare sulla seconda creatina che ti ho consigliato CREATINE 2.0

Acido Malico, diventando creatina malato ecco la migliore che ti consiglio, caratterizzata da un basso costo e da un elevato effetto:

OLIMP TCM Tri Creatina Malato 120 capsule

MicroFilm Technology: il segreto per l’assorbimento della Creatina

CREATINE 2.0 invece è stato sviluppato per superare i succhi gastrici e trasportare inalterate le molecole di finissima creatina micronizzata 200 mesh. L’esclusività di CREATINE 2.0 con MicroFilm Technology risiede nel fatto che non si tratta di un effetto tampone ma di una vera e propria barriera che protegge le molecole dalla degradazione e le libera solo quando le condizioni sono più favorevoli all’assorbimento, ovverò in un ambiente basico come l’intestino.

NET INTEGRATORI Creatine 2.0 120caps

Se cerchi un integratore di creatina migliore in polvere allora puoi scegliere questa :

PHARMA FIRST Hyper Creatine 510gr

Ti ho aperto un po’ gl’occhi? Ti è piaciuto quello che ti ho detto su questo fantastico e indispensabile aminoacido ? La creatina è vitale per la vita figuriamoci per il body building dove il sistema energetico è l’ATP.

Ma non ho mica finito!!! Ti avevo promesso il mio protocollo, la mia scheda per la massa, la scheda o l’allenamento per mettere massa muscolare velocemente. La vedi nella foto di questo articolo clicca qui se vuoi allenarti con me e capire il meccanismo di questo allenamento dedicato al body building. E’ una scheda di allenamento che puoi seguire nella tua palestra e che ti permetterà di mettere massa muscolare.

http://www.slideshare.net/davidedidonato/scheda-di-allenamento-per-palestra-body-building-davide-didonato

Ecco il link per scaricare la mia scheda di allenamento per palestra e body building

{ 15 commenti }

Come mettere massa muscolare, come avere nello stesso tempo una definizione muscolare invidiabile?

Come ottenere un aumento della massa muscolare in poco tempo o meglio nel primo mese dove c’è la fase di adattamento e il corpo risponde subito con una crescita muscolare che può variare da 1kg a 5kg a secondo del peso/altezza di una persona?

Nel corso dell’evoluzione umana i cibi che ci hanno accompagnato sono stati principalmente carne, verdura e frutta, negli ultimi 200anni non si è fatto altro che introdurre sempre più cereali nella nostra dieta e purtroppo anche nella dieta del body builder…

Sei curioso di sapere? ….Molto semplice, la chiave è solo l’alimentazione e tu già lo sapevi!

Oltre all’alimentazione devi capire anche il funzionamento del tuo corpo e quindi i sistemi energetici, il metabolismo, gli ormoni, iperplasia e ipertrofia. (scarica il mio Ebook dedicato è gratuito)

Spero che tu non abbia mai usato farmaci dopanti, altrimenti non considerare questo articolo (il tuo metabolismo ormai è stato contaminato e sono necessari mesi per ripristinarlo)

Devi sapere che esistono importanti ormoni che sono pronti a darti ciò che vuoi, devi solo sapere come azionarli e il libretto d’istruzioni lo abbiamo perso alla nascita ;)

Le categorie di ormoni che ci interessano sono 2

- Ormoni in grado di immagazzinare energia (GH ormone della crescita e Insulina)

- Ormoni in grado di liberare energia (Testosterone ormone della forza e il cortisolo ormone dello stress)

Cosa mangiare e quanto mangiare per mettere massa muscolare in poco tempo?

Mettere massa muscolare e dimagrire è possibile...basta mangiare carboidrati colorati e carne a sazietà

Per ora concentriamoci sull’aumento della massa che nel body building deve essere muscolo e non grasso.

 

Analizziamo il body building come sport e come in teoria funziona e perché si cresce.

Ci sono 2 tipi di allenamenti, il più diffuso è basato sull’ipertrofia, 4/5 serie per esercizio 10colpi e tempi di recupero inferiori ai 3minuti.

Questo allenamento è di tipo lattacido e si ha una grossa perdita di glicogeno (sempre inferiore a corsa e ciclismo) qui è possibile e diventa necessaria un integrazione di carboidrati raffinati come riso o integratori come vitargo ma solo prima dell’allenamento, almeno 90 minuti prima con della carne.

 

L’altro allenamento è di tipo Alattacido basato sull’iperplasia e i tempi di recupero sono superiori ai 3minuti qui non si perde glicogeno ma aminoacidi ramificati, perciò è importante assumere aminoacidi glucogenetici.

 

Con il primo si allenano sempre le stesse fibre muscolari, con il secondo si aumentano…ti consiglio di leggere i libri di Giovanni Cianti (vuoi conoscerlo clicca qui) e di studiarti il ciclo H-PO.(clicca qui per curiosare)

Questo è il programma che sto seguendo ormai da anni.

 

Sento dire la stessa cosa da tutti ovvero che in massa servono i carboidrati (pane, pasta, riso, pizza) e io aggiungo si è vero ma per mettere grasso…

Infatti introducendo grosse quantità di cereali si hanno grosse produzioni di insulina che sicuramente portano gli aminoacidi ai muscoli ma purtroppo gran parte di questi non essendo necessari vengono trasformati in grasso, il colesterolo aumenta.

Oltre all’alimentazione devi capire anche il funzionamento del tuo corpo e quindi i sistemi energetici, il metabolismo, gli ormoni, iperplasia e ipertrofia. (scarica il mio Ebook dedicato è gratuito)

Nel body building è importante la carne e per crescere devi mangiare a sazietà secondo necessita per stimolare quei 2 ormoni che ti ho detto all’inizio GH e insulina.

Puoi stimolare l’insulina anche con la carne e senza cereali, i carboidrati saranno colorati e cio’è frutta e verdura.

Ecco svelato il mio segreto, in questi anni sono cresciuto mangiando i seguenti alimenti (carne, uova, frutta e verdura) non soffro la fame anzi mangio tantissimo, non conto i kg, ma l’ho fatto per darti un idea. Una manza da 200kg mi dura dai 4 ai 5mesi fai il calcolo :)

E importantissimo mangiare la verdura, questo alimento deve accompagnare la carne sempre per contrastarne l’acidità. (la pasta è acida come la carne, ma ti farà mettere solo grasso) (clicca qui per capire che cos’è l’acidosi metabolica)

La foto che ho pubblicato non è che uno dei miei pasti…Rostbeef e macedonia

Un consiglio, dato che le bestie vengono allevate dandogli nel loro ultimo mese di vita i cereali (finissaggio), questo per farle ingrassare, è importante assumere almeno 4/6 grammi di omega 3 per compensare il rapporto sfavorevole della carne e l’alta concentrazione di omega 6 che contiene. L’omega 6 ha un azione infiammatoria mentre l’omega 3 antinfiammatoria.

Non riesci a mangiare, salti i pasti ma vuoi mettere massa muscolare comunque?

L’unico integratore che crea più o meno la stessa risposta insulinica è la caseina. Consiglio almeno 60grammi.

Le uova! Importantissimo alimento che non và privato del rosso perché precursore del testosterone. (leggi il mio articolo dove ti spiego perché le uova non fanno male al fegato.

Ne mangio 120 al mese :)

Mettere massa muscolare in poco tempo, dieta massa muscolare, definizione muscolare, come dimagrire velocemente mangiando.

 

Le miei sono solo esperienze e non vogliono in nessun modo sostituire il parere autorevole del tuo medico.

{ 17 commenti }

Albume d’uovo body building e non solo

La domanda più diffusa è …ma l’uovo non fa male al fegato?

Consumare uova non fà male al fegato

L'uovo è la proteina di riferimento per il contenuto altissimo di aminoacidi e non fà male al fegato

Sono tante le dicerie e i pregiudizi che hanno avuto e che stanno avendo ripercussioni negative sul consumo delle uova.

Il tuorlo (il rosso per intenderci) ha pregi e non difetti, stimola la cistifelia che si contrae e si libera della bile (sostanza di scarto del lavoro metabolico del fegato) permettendo all’intestino di migliorare la digestione dei grassi.

L’uovo contiene fosfatidilcolina, una sostanza molto nota nel mondo dei cosmetici ed è in grado di rallentare l’assorbimento del colesterolo nel sangue e la lecitina è in grado di modulare l’assorbimento dei grassi da parte dell’organismo.

 

Nel tuorlo si trovano tutte le sostanze nutritive dell’uovo, l’albume (il bianco) è il nutrimento per il tuorlo, nel complesso l’uovo è considerato uno standar ottimale di riferimento per il contenuto di aminoacidi ricchissimo.

In poche parole, consumate uova in tranquillità senza paura.

Mi è capitato di sentire persone che dopo l’assunzione di uova intere hanno subito un aumento del colesterolo, questo può succedere quando c’è un bassissimo o inesistente consumo di verdure e un grosso consumo di cereali.

Un’alimentazione come quella che faccio io, carne, pesce, uova, frutta e verdura (senza cereali) a sazietà non può portare ad un aumento del colesterolo tanto meno di quello cattivo LDL (lipo proteine a bassa densità) LEGGI L’ARTICOLO SUL COLESTEROLO

Albume d’uovo body building e non solo, l’uovo fà male al fegato?

{ 7 commenti }

NON MANGIARE, SALTARE UN PASTO, FAME COMPULSIVA AUMENTA LO STRESS E AUMENTA L’ACCUMULO DI GRASSO

Mi capita molto spesso parlando con i miei clienti (quando mi faccio raccontare la loro giornata e quello che ovviamente mangiano) di sentire che tanti sono soliti a trascurare la colazione o un pasto della giornata, vuoi per abitudine (per stomaco chiuso al mattino per esempio) vuoi per questione pratiche di tempo (lavoro, famiglia ect)

Voi sapete che saltare un pasto non fa bene, sapete che mangiare frutta e verdura fa bene, sapete che bisogna bere almeno 2 litri d’acqua al giorno, sapete che fare attività fisica fa altrettanto bene per rimanere giovani e in forma….ma perché non lo fate? Magari i lettori di questa mia pagina non hanno questi problemi ma vi posso assicurare che la  maggiorparte della gente che sento fà l’opposto ovvero quello che non bisogna fare.

Quando si salta un pasto, molto spesso si pensa di fare una cosa buona e utile per mantenere il peso o per dimagrire, in realtà si va in ipoglicemia e se ne accorge il surrene che rilascia il cortisolo (ormone dello stress).  Sapete dove prende l’energia il cortisolo?

Il cortisolo ha come compito quello di, in caso di ipoglicemia, garantire le energie necessarie per il funzionamento del cercello.

Saltare un pasto vi rende nervosi e meno produttivi e ingrassate

Saltare un pasto, mangiare male vi rende meno produttivi e nervosi perchè aumenta lo stress, diventate grassi e invecchiate più velocemente.

Per ripristinare velocemente i livelli di energia necessari al suo funzionamento, l’ormone cortisolo demolisce la massa muscolare facendovi perdere tonicità, forza. Diventiamo più stressati di quello che già potremmo essere e mangiamo ciò che capita (fame compulsiva).

Quando si è in giro la prima cosa che si può trovare in un bar sono cibi ricchi di grassi e zuccheri perciò tutti cibi che alzano molto rapidamente la glicemia nel sangue e aimè se ne accorge un altro ormone “l’insulina” che a sua volta ha il compito di abbassare gli zuccheri nel sangue, raccoglie lo zucchero e lo porta alle cellule muscolari che se ne hanno bisogno lo utilizzano (nel caso di uno sportivo) ma se non ne hanno bisogno (nel caso di un sedentario, pigro) viene trasformato in grasso.

Il brutto è che mangiando cibi “spazzatura pieni di zuccheri si alza rapidamente la glicemia e abbiamo detto che se ne accorge l’ormone  INSULINA,  il quale porterà via tutto il glicogeno rientrando in una situazione di ipoglicemia e chi se ne accorge? Ormai l’avete capito…

Altro stress che si accumula per azione del cortisolo e altro grasso per azione dell’insulina. Pensate che tutto questo potete evitarlo mangiando in maniera sana e non saltando i pasti.

Se proprio non riuscite a mangiare possono essere molto utili gli aminoacidi essenziali che essendo materiale plastico importantissimo per tutti i tessuti del nostro corpo vi permetteranno di salvare la vostra massa muscolare. E’ utile anche assumere dei glucidi quindi in poche parole quando avete fame e non riuscite a prepararvi nulla o peggio ancora non riuscite a reperire nulla di sano, fermatevi 2 minuti e mangiatevi 1 frutto e 10grammi di aminoacidi essenziali (avete ridotto in questo modo del 95%) gli accumuli di stress e di grasso.

Ogni volta che salti un pasto ricorda che stai INVECCHIANDO le cellule non riescono a riprodursi con la stessa rapidità e facilità con cui invecchiano.

Non saltate la colazione, lo spuntino di metà mattina, il pranzo, la merenda e la cena ma ricordate di assumere in tutti i pasti gli aminoacidi ramificati BCAA oppure gli aminoacidi essenziali. In questo modo non perderete massa muscolare, per incrementarla ovviamente dovete fornire la carne e io ormai consiglio per esperienza di mangiarla a sazietà perché se ne accorge un altro ormone…. Ma ne parlerò nel prossimo articolo che si chiamerà “cosa succede quando mangiamo tanta carne”

NON MANGIARE, SALTARE UN PASTO, FAME COMPULSIVA AUMENTA LO STRESS E AUMENTA L’ACCUMULO DI GRASSO, DIVENTATE MENO PRODUTTIVI PIU’ NERVOSI, LITIGATE PIU’ FACILMENTE E INVECCHIATE RAPIDAMENTE

{ 7 commenti }

Ciao Ragazzi,

Ecco come potete abbinare i nostri integratori in base alle vostre esigenze :

PER ACCENTUARE L’EFFICACIA DEGLI INTEGRATORI, POTETE COMBINARLI TRA LORO ED OTTENERE RISULTATI MIGLIORI CHE ASSUMENDOLI SINGOLARMENTE. VEDIAMO COME…

MIX INTEGRATORI PRE-ALLENAMENTO: Proteine del siero del latte, arginina, creatina, glutammina, bcaa, caffeina.

MIX INTEGRATORI POST-ALLENAMENTO: Proteine del siero del latte e caseina, creatina, glutammina, bcaa, vitargo, ala.

MIX INTEGRATORI PER LA FORZA: Creatina, beta-alanina, taurina, tribulus, octacosanolo, caffeina.

MIX INTEGRATORI PER LE ARTICOLAZIONI: Glucosamina, condroitina, metilsulfonil-metano (MSM) curcumina, vitamina C

MIX INTEGRATORI BRUCIA GRASSI: Estratto di thè verde, sinefrina, caffeina, carnitina, forskolina, cla

MIX INTEGRATORI ENERGIA/RESISTENZA: Estratto di thè verde, bcaa, ginseng, citrullina malato, coenzima Q10

MIX INTEGRATORI ECONOMICO MASSA. Creatina, proteine in polvere miste, vitamina D

MIX INTEGRATORI ECONOMICO BRUCIA GRASSI: Estratto di thè verde, caffeina, calcio, capsaicina

MIX INTEGRATORI NO-STIMOLANTE: Arginina, picnogenolo, vitamina C

MIX INTEGRATORI MATTUTINO: Proteine del siero del latte, vitargo, carnitina

MIX INTEGRATORI PER PRINCIPIANTI: Hmb, proteine del siero del latte, arginina, multivitaminico/minerale

Visitando il nostro sito, categoria per categoria e prodotto per prodotto, potrete leggere nel dettaglio caratteristiche e dosaggi dei prodotti sopraelencati.

www.WellfitEnergyShop.it

Ovviamente il tutto dovrà essere seguito da un programma nutrizionale adeguato ed un regime di allenamento intelligente che, da sempre, sono i due fattori indispensabili per realizzare al meglio le proprie potenzialità di sviluppo fisico. Gli integratori sono uno strumento utile per tutti coloro i quali si avvicinano alla pratica sportiva, amatoriale o agonistica che sia.

{ 5 commenti }

La glutammina e’  l’amminoacido piu’ abbondante del corpo umano, interviene nella detossificazione da ammoniaca, rende l’organismo più immune alle influenze stagionali, nell’attività cerebrale svolge un’attività stimolante, riduce i rischi da sovrallenamento riducendo il catabolismo e l’indolenzimento muscolare. E per finire…ultime ricerche affermano che la glutammina ottimizzi volume muscolare e produzione dell’ormone della crescita GH.

La sua sintesi avviene principalmente nel tessuto muscolare a partire dagli aminoacidi arginina, ornitina e prolina.

La glutammina è un vero e proprio trasportatore di gruppi amminici, non tossico, che può attraversare le membrane cellulari. La glutammina entra nel circolo sanguigno e raggiunge il fegato. All’interno dei mitocondri epatici la glutammina libera il suo gruppo amminico che viene convertito in NH4+ o ione ammonio.

Lo ione ammonio è tossico per le cellule del corpo ed in particolare per il cervello. Nel fegato l’NH4 + viene incorporato nella molecola atossica dell’urea. L’urea prodotta dal fegato viene trasportata attraverso il sangue ai reni per l’escrezione urinaria.

La glutammina è in grado di penetrare la barriera emato-encefalica ed entrare nel cervello dove viene convertita in glutammato, il più importante e diffuso neurotrasmettitore eccitatorio del sistema nervoso centrale. La glutammina è altresì precorritrice del GABA, un neurotrasmettitore che ha effetti inibitori sulla trasmissione nervosa.

Nell’aumento di volume delle cellule muscolari favorendo l’ingresso nelle cellule di acqua, aminoacidi ed altre sostanze. Tale attività, secondo alcuni ricercatori, stimolerebbe la sintesi proteica favorendo l’aumento di massa muscolare.

Nella sindrome da sovrallenamento, esiste infatti una relazione tra il calo permanente dei livelli plasmatici di glutammina e la comparsa dei sintomi del sovrallenamento (stanchezza cronica, calo di peso, perdita di appetito, comparsa di infezioni di lieve entità, nausea, depressione, apatia, aumento della frequenza cardiaca a riposo e diminuzione della frequenza cardiaca di allenamento) .Secondo alcuni ricercatori la somministrazione di glutammina ed aminoacidi ramificati sarebbe quindi utile nei periodi di allenamento intenso per ridurre i rischi di sovrallenamento.

Nel recupero dopo uno sforzo: alcuni studi dimostrano un ruolo della glutammina nel favorire l’aumento delle scorte di glicogeno muscolare durante il recupero, probabilmente a causa dell’aumentato ingresso di acqua all’interno delle cellule (ricordiamo a tal proposito che l’acqua è essenziale nella glicogenosintesi in quanto per ogni grammo di glicogeno prodotto si legano ad esso circa 2.7 g di acqua).

Nello stimolo di secrezione dell’ormone della crescita, se assunta in condizione di bassi livelli di glicemia la glutammina sembra, secondo alcuni studi, stimolare la secrezione del GH. Per ottimizzare questa azione la glutammina andrebbe assunta prima di coricarsi.

Nell’azione disintossicante e nella regolazione del pH ematico e urinario.

Nell’azione antiossidante: interviene nella formazione del glutatione, un potente antiossidante esogeno costituito da glicina, cisteina e acido glutammico. Quest’ultimo può essere ricavato dalla glutammina per cessione dello ione ammonio.

GLUTAMMINA: MODALITÀ D’ASSUNZIONE E DOSAGGIO


A tal proposito vi sono teorie contrastanti; in base agli effetti che si desiderano ottenere con la sua integrazione, l’assunzione di glutammina:

Deve avvenire un’ora prima dell’inizio dello sforzo insieme a carboidrati, in quanto oltre ad essere meglio assorbita in condizioni di elevata glicemia, soddisfa le aumentate richieste metaboliche nel corso dell’esercizio fisico.

Deve avvenire subito dopo l’allenamento, entro trenta minuti dal termine dell’esercizio. In questo caso l’integrazione è consigliata insieme ad abbondanti liquidi e aminoacidi ramificati per favorire il recupero ed i processi anabolici cellulari.

Deve avvenire a digiuno, possibilmente prima di coricarsi, per stimolare la secrezione di GH .

{ 0 commenti }

La L-arginina e la L-ornitina sopprimono fortemente il rilascio e l’attività della somatostatina.

Questo significa che chiunque può incrementare la secrezione di GH diminuendo i circuiti di reazione che bloccano il rilascio della ghiandola pituitaria.In più la L-ornitina ha un effetto inibitorio sul rilascio di glucagone che promuove l’aumento della formazione e dell’attività di IGF-1. Circa la metà del dosaggio somministrato oralmente della L-arginina è convertito metabolicamente in L-ornitina. Questo implicherebbe che l’uso di entrambi gli aminoacidi sarebbe uno spreco di soldi. Niente affatto!!!!

 

 

Quando questi due aminoacidi vengono ingeriti insieme, la presenza complementare della L-ornitina diminuisce moltissimo la quantità convertiti di L-arginina. Quindi il risultato è più L-arginina che entra veramente nel sistema circolatorio (per sopprimere la somatostatina) e aiutare la formazione di IGF-1.  Ci sono altri aminoacidi che aumentano il rilascio di GH, ma che non hanno la capacità di lavorare in sinergia.

La L-arginina gioca diversi altri importanti ruoli nel corpo quando intervengono fattori come: allenamento intenso, lesioni, interventi chirurgici o altri traumi fisici. Uno stress sul corpo scatenza un incremento nell’uso della L-arginina. Fra questi stress ci sono anche attività naturali nel corpo come la crescita e l’aumento muscolare dovuto all’esercizio così come lo stress che arrivano dall’esterno come infortuni e malattie. In periodi traumatici, l’arginina migliora la ritenzione di azoto liberando gli ormoni GH, IGF-1 e insulina e promuovendo la sintesi della creatina. Inoltre, la L-Arginina influenza positivamente la produzione e la funzione dell’ossido di azoto. Tutto, dalla sensibilità all’insulina alla funzione erettile, è regolato dall’ossido di azoto.

I legamenti e i tendini rispondono al GH diventando più forti e meno soggetti a lesioni. Le articolazioni si lubrificano e funzionano senza dolori. Studi clinici che stimolavano il GH usando la L- arginina in forma libera hanno provato in modo conclusivo che la l-Arginina (nella formulazione adatta) può ristabilire e aumentare i livelli di GH a tutte le età. E’ molto interessante che l’uso di un aminoacido come integratore possa veramente ristabilire la normale secrezione del GH anche negli anziani

I PRODOTTI A BASE DI GLUTAMMINA PER LIBERARE L’ORMONE DELLA CRESCITA GH

 


LA L-GLUTAMINA è in grado di stimolare la produzione di GH dalla ghiandola pituitaria per scopi atletici o contro l’invecchiamento.

Per aumentare il GH la dose consigliata varia da 2gr a 25gr al giorno a stomaco vuoto. Questo comporta una dose appena alzati al mattino e un’altra immediatamente prima di coricarsi nel letto. Alcuni studi clinici hanno dimostrato un aumento fino al 400% del GH ematico come risultato dell’assunzione di appena 2grammi di l-glutammina come integratore.

Quando presa a stomaco vuoto, la L-glutamina agisce come un precursore dell’ormone della crescita, perchè viene convertita nel metabolita eccitotossina “glutammato”. Il Glutammato agisce stimolando l’ipotalamo a secernere ormone GHRH che causa la liberazione, da parte della ghiandola pituitaria dell’ormone della crescita (GH).

Perchè a stomaco vuoto?

In condizioni normali la barriera emato-protettiva del cervello protegge quest’ultimo dalle quantità eccessive di qualsiasi singolo aminoacido. Tuttavia, questo effetto protettivo è molto ridotto quando un solo aminoacido viene assunto a stomaco vuoto (senza altri aminoacidi). Per superare la barriera emato-protettiva è necessario assumere la L-arginina e la glutamina a stomaco vuoto quando si voglia stimolare la produzione di ormone della crescita. Se la L-arginina e/o glutammina viene assunta insieme ad altre proteine (come carne, uova e proteine in polvere) con un pasto o a stomaco pieno, si crea una situazione che mette in competizione la L-arginina e/o glutamina con altri nutrienti per arrivare al cervello.

In breve…è l’assenza di altri nutrienti concorrenti che permettono alla arginina e/o glutammina di agire come stimolatori del GH anche in quantità minime.

 

Arginina & Ornitina…per la secrezione dell’ormone GH

{ 13 commenti }

 

BCAA: iniezione di potenza

Testo del Dott. Marco Neri

 

Preparatore atletico, consulente sportivo e collaboratore in Centri Ricerca per aziende di integrazione e attrezzature. Laureato in scienze alimentari, è docente in corsi di aggiornamento e formazione professionale. Socio fondatore AIFeM, fa parte del comitato scientifico FIF e dell’equipe medico-scientifica Ducati Corse.
L’utilizzo degli aminoacidi ramificati è oramai entrato nell’uso comune, ma risultano spesso sconosciuti i benefici e i meccanismi con cui questi importantissimi nutrimenti agiscono nel nostro corpo.
Gli aminoacidi ramificati sono composti da Isoleucina Leucina Valina, tre aminoacidi che compongono circa il 60% del muscolo scheletrico umano. Le prime sperimentazioni sull’uso di questi aminoacidi risalgono agli anni ‘50, ma solo all’inizio degli anni ‘80 se ne sono intuite le grandi potenzialità per il mondo sportivo.
Al contrario di quello che si crede,i primi ad usare aminoacidi amificati furono proprio atleti legati a sport di resistenza (quindi di tipo aerobico).
In pratica ci si era accorti che le prestazioni di lunga durata andavano a ledere le strutture proteiche muscolari per creare nuova energia (glicogeno).
Questo meccanismo fisiologico comporta una diminuzione della “cilindrata del motore” e si arriva alla fine della prestazione con meno muscoli di quelli posseduti al momento della partenza. Fornendo durante la prestazione questi aminoacidi con funzione glucogenetica si può quindi limitare la demolizione muscolare.
Analoghe osservazioni sono state fatte nell’effettuazione di carichi aminoacidici prima di una prestazione, con il fine di ottimizzare le riserve energetiche.
potenza
Anche questa pratica dà ottimi risultati, ma non appare molto più conveniente di una buona assunzione di carboidrati complessi; al limite,in previsione di prestazioni particolarmente impegnative, si può ipotizzare un’assunzione contemporanea di carboidrati e aminoacidi. “Ė importante assumere l’integrazione sia prima che dopo un allenamento: prima ha infatti una funzione anticatabolica, dopo ha una funzione energetica e ricostruttiva muscolare.” Un grosso capitolo andrebbe aperto sulla qualità degli aminoacidi da usare.
Senza scendere in chiarimenti troppo scientifici e’ opportuno sapere come gli aminoacidi non siano altro che l’ultimo anello della digestione delle proteine: queste sono infatti composte da aminoacidi.
In pratica l’industria degli integratori simula i processi digestivi che avvengono nel nostro corpo, quindi partendo da proteine del latte, delle uova o della soia si possono ricavare gli aminoacidi.
Questo processo ha diversi stadi e prima ci si ferma, meno puro e’ un prodotto.
La denominazione polipeptide indica che il processo di digestione non e’ ancora completo e l’aminoacido non e’ sotto forma singola ma e’ unito ad altri: toccherà quindi al nostro stomaco e intestino completarne la digestione. Logicamente l’uso di aminoacidi disponibili già nella forma pura e cristallina diminuisce i tempi con cui il nostro corpo può disporre di questi principi attivi.
E’ infatti importante che per espletare le loro funzioni gli aminoacidi siano disponibili nel più breve tempo possibile: gli aminoacidi ramificati sono presenti in quasi tutti i cibi proteici di origine animale (carne,pesce,latte,uova), ma purtroppo il nostro corpo deve prima digerire quell’alimento per potere poi disporre degli aminoacidi necessari.
Abbiamo invece visto in apertura come sia importante che gli aminoacidi ramificati siano presenti nel momento esatto in cui il nostro corpo ne ha bisogno.
Inutile poi chiarire come per assumere pochi grammi di aminoacidi ramificati occorra mangiare diverse centinaia di grammi di carne o formaggi, con contemporanea assunzione di un notevole surplus di calorie e grassi di cui occorre tenere conto al momento di elaborazione della dieta.
potenza
Per completare il tema inerente alla qualità degli aminoacidi è importante specificare che le metodologie di laboratorio permettono di produrre aminoacidi sia di forma D che di forma L.
Queste due forme biochimiche sono uguali ma speculari, come due guanti, uno destro ed uno sinistro: logico che se serve un guanto destro, il sinistro e’ pressoché
Inutile. Analogamente il nostro corpo riconosce solo aminoacidi di forma L, ed è quindi inutile assumerne di forma D, che hanno costi estremamente più bassi e possono essere usati con efficacia solo per alimentazione animale. 

Spesso gli atleti di fondo si domandano quando assumere gli aminoacidi e soprattutto in che quantitativo. Fortunatamente non si sono praticamente mai registrati problemi inerenti a sovradosaggi nell’uso di aminoacidi ramificati, comunque il quantitativo normalmente utilizzato è circa di 1 gr ogni 10 KG di peso corporeo,
assunto prima durante e dopo la prestazione. L’assunzione dopo l’allenamento rimane importante per recuperare in fretta e per potere svolgere allenamenti piu’ frequenti,quindi moli di lavoro piu’ alte. Riassumendo, possiamo dire che l’uso degli aminoacidi ramificati ha un’azione energetica, anticatabolica, plastica (ricostruttiva muscolare o anabolica) e antifatica.
Questa funzione è importantissima in quanto vede i ramificati contrastare il triptofano (altro aminoacido) quando passa la barriera ematoencefalica e stimola la serotonina, un ormone che induce sonno e stanchezza.
Il mancato passaggio del triptofano a favore dei ramificati fa quindi in modo che ci sia una minore sensazione di fatica e si possa mantenere un livello alto di concentrazione e di “freschezza” mentale durante tutta la durata dell’allenamento o della gara. Da segnalare che alcuni studi hanno rilevato un leggero aumento del tasso ematico di testosterone dopo un periodo di assunzione di aminoacidi a seguito di sforzo muscolare.
Gli aminoacidi ramificati sono quindi un integratore prezioso, che unito a varie fonti di carboidrati (di cui tratteremo prossimamente), ai minerali e alle vitamine, può migliorare sensibilmente la prestazione ottimizzando la funzionalità del nostro corpo e dei suoi molteplici meccanismi di adattamento e ripristino.

{ 0 commenti }

AMINOACIDI A CATENZA RAMIFICATA (BCAA)

 

 

Costituiscono la maggior parte del tessuto muscolare magro. Diversi studi hanno confermato che da un incremento dei BCAA, tramite l’uso di integratori, si ottiene una corrispondente minore perdita di tessuti. Questo non sorprende, poichè i BCAA che sono depositati nei muscoli che lavorano possono essere catabolizzati come risultato del danno prodotto dall’allenamento per i fabbisogni localizzati di energia. E’ una questione di integrazione preventiva da una parte e di un aumento del tessuto magro per via dei nostri sforzi dall’altra. Naturalmente, ci sono diverse ragioni per cui i BCAA hanno un posto nella borsa da palestra di tutti coloro che si allenano.

 

 

Aumento della massa di tessuto magro
Diminuzione dei depositi di grasso toracico (intorno alla vita)
Miglioramento del tempo di recupero
Miglioramento delle riserve di energia
Miglioramento del mantenimento della massa magra nei periodi di restrizione calorica
Proteggono il fegato da accumuli tossici di varie sostanze chimiche presenti nell’ambiente
Migliorano la funzionalità cardiaca (il cuore è un muscolo)

 

 

{ 5 commenti }

Quella che segue è una tabella che elenca le funzioni corporee che possono essere influenzate dalla carenza di aminoacidi.

ALANINA gluconeogenesi
ARGININA produzione di sperma, rilascio GH, formazione Ossido di Azoto, secrezione LH
ACIDO ASPARTICO
CISTINA chelazione sostenze tossiche, funzione respiratoria
CITRULLINA
ACIDO GLUTAMMICO cervello e funzione immunitaria
GLUTAMINA pulizia ammoniaca, rilascio GH, funzione immunitaria
GLICINA escrezione rifiuti, formazione collagene
ISTIDINA* precursore neurotrasmettitore inibitorio, funzione immunitaria di risposta
ISOLEUCINA** recupero e crescita
LEUCINA** recupero e crescita
LISINA* collagene, molecoledi trasporto del calcio
METIONINA* chelazione metalli pesanti, costruzione adrenalina, donatore zolfo
FENILALANINA* metabolismo, adrenalina/insulina, collagene e fabbricazione elastina
PROLINA collagene, ossa e tessuto connettivo
SERINA
TREONINA*
TRIPTOFANO* assorbimento zinco, serotonina e rilassamento dei muscoli
TAURINA regolazione SNC, funzione cardiaca
TIROSINA
VALINA** recupero e crescita
* Aminoacido Essenziale **Aminoacido a catena ramificata Essenziale (BCAA)
Zona del SNC coinvolta in regolazione dell’appetito.

 

Sembra, da quello che vedo, che molte persone non capiscano quanto disperatamente abbiamo bisogno di un abbondante scorta di aminoacidi. Poichè gli aminoacidi sono derivati dalle proteine, dovremmo centrare la nostra attenzione sul consumo di cibi altamente proteici e di integratori.

Data la difficolta ad ingerire quantità di carne elevate per soddisfare la richiesta di aminoacidi da parte del corpo la soluzione instantanea sono appunto i pool di aminoacidi, integratori contenenti aminoacidi essenziali e non. Per farvi capire meglio per assimilare 200gr di proteine al giorno servono 1000grammi di carne…con gli integratori ne bastano 250grammi.

Consiglio appunto proteine del siero del latte con l’aggiunta di omega 3 e quindi grassi per aumentare il fattore di crescita.

{ 0 commenti }